Vai al sito Luiss
L’altra metà del cyber: lancio del capitolo italiano di Women4Cyber
L’altra metà del cyber: lancio del capitolo italiano di Women4Cyber
ABOUT THE SPEAKERS
  • Paola Severino

    Oggi Vice Presidente della Luiss Guido Carli, ha ricoperto la carica di Rettore dell’Ateneo dal 2016 al 2018. È Professore di Diritto penale alla Luiss, Presidente del Consiglio Scientifico della Luiss School of Law e membro del Gruppo strategico della Luiss School of European Political Economy.

    Dal 24 settembre 2021 è Presidente della Scuola Nazionale dell’Amministrazione.

    Da luglio 2021 è Co-Presidente del Comitato Scientifico e Rappresentante dei Cittadini Italiani per la Conferenza sul Futuro dell’Europa.

    Da maggio 2021 è Presidente del Comitato Scientifico (Supervisory board) del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza istituito presso il Ministero dell’Università e della Ricerca. 

    Da gennaio 2018 è Rappresentante Speciale della Presidenza OSCE per la Lotta alla Corruzione ed è stata nominata membro del Comitato italo-francese per la stesura del “Trattato del Quirinale”. A Marzo 2019 è stata nominata dal Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron Chevalier de la Légion d’Honneur. Nel 2015 è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. È stata Ministro della Giustizia nel Governo Monti. Avvocato dal 1975, svolge attività di consulenza e difesa nel campo del diritto penale dell’economia.

    Paola Severino
  • Domitilla Benigni

    Direttore generale, CEO e azionista insieme alla sua famiglia, della società Elettronica.

    È founding member, insieme ad altre 30 donne key players europee, della Fondazione Women4cyber: un’iniziativa patrocinata dall’allora Commissaria europea per l’economia e la società digitale Mariya Gabriel e istituita nel 2019 da ECSO (“European Cyber Security Organisation”) con l’obiettivo di aumentare il coinvolgimento delle donne europee nel dominio cyber.

    È stata relatrice in innumerevoli iniziative istituzionali sui temi dell’innovazione e della relazione tra donne e STEM. Nel 2019 è stata indicata da Forbes tra le 100 leader al femminile del nostro Paese e dalla rivista SC Media tra le 50 donne europee influenti sulla cyber security. Ingegnere elettronico.

     

    Domitilla Benigni
  • Francesca Bria

    Francesca Bria is the Chair of CDP Venture Capital SGR.

    Additionally, as an information technologist and advisor on digital strategy, technology and information policy, she is also founder of the Decode Project, an EU-wide effort to reclaim data sovereignty of citizens.

    With a background in social science and innovation economics, Bria is an Associate Professor, Researcher and Senior Advisor on Technology and Innovation Policy at Univeristy College London.

    She has also been principal investigator of the DSI project on digital social innovation in Europe, and Chief Technology and Digital Innovation Officer for the City of Barcelona.

    Francesca Bria is a member of the Internet of Things Council and an advisor for the European Commission on Future Internet and Smart Cities policy. She is also a member of the EC Expert Group on Open Innovation and of the European Research Cluster on the Internet of Things, and she has been advisor of the City of Rome and the Region of Lazio on innovation policy, open technology, and open cities.

    In 2018, Bria was named one of Europe’s Top 50 Women In Tech, a ranking developed by Forbes.

    She holds a Bsc. In Social Sciences and Economics from La Spienza in Rome, an Msc. In E-Business and Innovation from the University of London, Birbeck, and a Ph.D. in Innovation, Entrepreneurship and Design from the Imperial College London.

    Francesca Bria è Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

    Francesca Bria
  • Maria Cristina Messa

    Maria Cristina Messa has been the Italian Minister of University and Research (MIUR) since February 2021.

    She previously served as the Rector of the University of Milano-Bicocca (2013–2019) and as a member of the Board of the Conference of Italian University Rectors, with the role of Delegate for research. In July 2013, she was designated as one of the Italian Delegates for Horizon 2020, and she was the MIUR Delegate for Research Infrastructures, including e-infrastructures. She served as the Vice President of Italy’s National Research Council (CNR), from 2011 to September 2015.

    Previously, she was Visiting Researcher at the Cerebro-Vascular Research Center at Penn University, Post MD Clinical Instructor in the Division of Nuclear Medicine and Biophysics, Department of Radiological Sciences, UCLA School of Medicine in Los Angeles, and Visiting Senior Scientist at the Neuroscience Group, MRC Cyclotron Unit, Hammersmith Hospital, Imperial College London.

    Over the course of her career, she has widely published and held lectures on university, research, diagnostic imaging, and health care, and participated in many national and international committees and working groups. Her expertise includes experimental research in diagnostic imaging, nuclear medicine, ad radiology, with a research focus on neurodegenerative and neoplastic pathologies.

    She has received the 2014 Marisa Bellisario award, “Donne Ad Alta quota”, an award that annually is addressed to women who stand out for their professionalism in the fields of management, science, economics and social activities, both nationally and internationally.

    Minister Messa graduated with honours in Medicine and Surgery and subsequently specialized in Nuclear Medicine at the University of Milan.

    Maria Cristina Messa
  • Mara Carfagna

    Mara Carfagna è ministro per il Sud e la Coesione territoriale.

    Nata a Salerno il 18 dicembre 1975, laureata in Giurisprudenza con una tesi in diritto dell’informazione nel sistema radiotelevisivo, ha aderito a Forza Italia nel 2004 e nel 2006 è stata eletta per la prima volta alla Camera dei Deputati. Da maggio 2008 a novembre 2011 ha ricoperto l’incarico di ministro per le Pari Opportunità nel governo Berlusconi IV. Nel 2010 è stata eletta al Consiglio regionale della Campania e dal giugno 2016 al novembre 2020 è stata consigliere comunale a Napoli.

    Nella XVIII Legislatura è stata eletta vicepresidente della Camera dei deputati, incarico che ha mantenuto fino al giuramento come ministro per il Sud e la Coesione territoriale nel governo Draghi, avvenuto il 13 febbraio 2021.

    Nella sua attività politica e istituzionale si è sempre occupata della promozione dei diritti delle donne e dei diritti umani e ha sempre mantenuto un’attenzione particolare verso il Mezzogiorno e le sue grandi potenzialità, nella convinzione che riuscire a esprimerle appieno consentirebbe di migliorare le condizioni di vita dei cittadini meridionali e rilancerebbe lo sviluppo di tutto il Paese.

    Mara Carfagna
  • Maria Latella

    Maria Latella è giornalista, analista per la politica italiana ed europea, autrice di cinque libri e Adjunct Professor alla Luiss.

    Nella sua carriera è stata inviata al Corriere della Sera per la politica e l’attualità, conduttrice di programmi per RAI Tre e Skytg24, direttore del settimanale A, pubblicato da Rcs group e ideatrice e conduttrice di programmi per Radio24 con focus su attualità politica , economica e parità di genere.

    Ha tenuto seminari all’Università di Chicago, in quanto Visiting Fellow all’Institute of Politics di David Axelrod ed è membro del board del Centro Studi Americani presieduta da Gianni Di Gennaro e in precedenza da Giuliano Amato.

    Da molti anni è impegnata sul fronte della parità di genere, sul quale tema ha scritto “Il potere delle donne” pubblicato da Feltrinelli e da sei anni conduce su radio24 Nessuna è perfetta. Per il suo impegno su questo terreno ha ricevuto il premio Mela d’oro della Fondazione Bellisario.

    Tra gli altri riconoscimenti il premio Ischia per il miglior programma di informazione TV. Nel 2005 il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha nominato Maria Latella Cavaliere della Repubblica.

    Maria Latella
  • Selene Giupponi

    Selene Giupponi è una delle pochissime donne ad occuparsi di Digital Forensics.

    Nata nel 1984, si è laureata in Ingegneria Informatica all’Università La Sapienza di Roma nel 2008, già lavorando su numerose indagini di forensics investigations e contrasto al cyber crime . Nello stesso anno ha ottenuto il Master in Computer Forensics & Digital Investigations dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni.

    Selene è consulente e perito in numerosi casi giudiziari che vedono implicata la Digital Forensics. È speaker in diverse conferenze di Cyber Security a livello Internazionale nonché docente in varie università italiane e straniere, anche per Forze Dell’Ordine e Ministeri della Difesa.

    Attualmente, Selene ricopre il ruolo di Managing Director per l’Europa presso Resecurity Inc., un’azienda che si occupa di investigazioni undercover sul DarkWeb.

    È membro di Women4Cyber (EU) dal Dicembre 2020 e socio fondatore di W4C Italy Chapter.

    Selene Giupponi
  • Roberto Baldoni

    A seguito della nomina da parte del Presidente del Consiglio, dal Gennaio 2018 il Prof. Roberto Baldoni è vice Direttore Generale del Dipartimento Informazioni per la Sicurezza (DIS) della Presidenza del Consiglio dei Ministri sovraintedendo e coordinando le attività di Cybersecurity Nazionale. Come definito dal DPCM 17/2/2017, Baldoni presiede il Nucleo della Sicurezza Cibernetica Nazionale (NSC) una organizzazione intergovernativa incardinata presso il DIS  che coordina lo CSIRT Nazionale (DIS), la Polizia Postale (Min. Interno), il Comando Interforze Operazioni Cibernetiche (Min Difesa) e le agenzie di intelligence per la prevenzione e gestione di crisi di carattere cibernetico che possano avere conseguenze sulla sicurezza nazionale. In qualità di vice Direttore Generale del DIS, il Prof. Baldoni è il punto di contatto per l’Italia con la NATO per le “cyber policy” e con la UE per l’implementazione della Direttiva NIS.

    Tra le attività più rilevanti dell’ultimo biennio, Roberto Baldoni ha guidato il gruppo di lavoro intergovernativo che ha progettato il decreto legge sul Perimetro di Sicurezza Nazionale Cibernetica (DL 105/2019 del 21/11/2019), e attualmente guida su mandato del Comitato Interministeriale per la Sicurezza della Repubblica (CISR) il processo di implementazione del DL 105/2019.

    Roberto Baldoni
  • Rita Forsi

    Laureata in Fisica presso l’Università di Pisa, abilitata all’Insegnamento della Fisica nelle scuole medie superiori, effettua docenze di materie scientifiche presso scuole medie inferiori e superiori prima di entrare, per concorso, nel 1984, nel Ministero delle Poste e delle Telecomunicazioni con la qualifica di Consigliere TLC.

    Svolge tutta la sua carriera nella Pubblica Amministrazione, prima con funzioni di capo dell’Ufficio di vigilanza e controlli radioelettrici per la Toscana, quindi di Dirigente dell’Ispettorato Territoriale della Toscana, con competenze ampliate ai servizi di TLC. Nel 2008 viene nominata Direttore Generale dell’Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell’Informazione (ISCTI) del Ministero dello Sviluppo Economico.

    In veste di Direttore Generale guida i sofisticati laboratori di ricerca dell’Istituto Superiore, ne rilancia le attività con progetti afferenti agli ambiti dell’innovazione tecnologica nel settore ICT, della cybersecurity, del 5G coordinando vari progetti di ricerca, alcuni dei quali risultati vincitori di bandi afferenti al Programma della Commissione Europea H202.

    Ricopre inoltre molteplici incarichi di rappresentanza ministeriale e governativa in Italia e all’estero. Tra questi, è chiamata appresentare il Mise sui principali tavoli tecnici e di policy nazionali, europei e internazionali relativi alla materia di cybersecurity; in Italia è responsabile dell’Autorità NIS per il Mise per  l’energia, le infrastrutture digitali e nei confronti dei fornitori di servizi digitali; è responsabile della vigilanza sull’adozione di misure di sicurezza informatica in ambito telco; coordina le fasi di avvio del CVCN  presso il Mise; è responsabile dei contributi cyber per il Mise in ambito G7 Energia, G7 Innovazione e G7 Leader e G20 (dal 2014 al 2019) e partecipa per l’Italia su delega della PCM, ai lavori presso WORLD ECONOMIC FORUM a Ginevra per il lancio del “Center for Cybersecurity”(novembre 2017).

    Coordina l’attivazione del CERT Nazionale presso il Mise e lo guida fino al 2019; ;  è responsabile delle esercitazioni nazionali di sicurezza informatica e della partecipazione dell’Italia alle esercitazioni europee fino dall’avvio delle stesse in collaborazione con la PCM e altre Amministrazioni della PA, e poi sotto il coordinamento della PCM ; rappresenta la PA nel Board of Directors di ECSO, guida l’organismo nazionale di certificazione di sicurezza informatica OCSI; è presidente del Comitato Banda Larga (2014-2016); è Founding Member”, insieme ad altri, di “WOMEN 4 CYBER” e membro del Council di W4C.

    In tema di Internet Governance, sempre in veste di Direttore Generale dell’Istituto Superiore, è rappresentante governativa nelle varie sedi europee e internazionali, quali HLIG (High Level Group on Internet Governance presso la Commissione Europea), Internet Governance Forum-IGF, Net mundial, WSIS FORUM Assemblea Generale delle Nazioni Unite-dicembre (2015), WSIS Forum presso Unione Internazionale delle Telecomunicazioni-UIT, Internet & Jurisdiction Policy Network, e gestisce per il Mise un tavolo nazionale multistakeholder sugli aspetti salienti della governance di Internet.

    È relatore in numerosi convegni e seminari su temi tecnologici e docente presso la Scuola Superiore di Specializzazione in TLC dell’Istituto Superiore-Mise (di cui è anche responsabile per mandato) e in diversi Master presso Università italiane e Centri di Alta Specializzazione. In quiescenza dal 1°giugno 2019, attualmente svolge docenze sui temi di cybersecurity e Internet Governance presso Master in varie Università e cura iniziative di sostegno a giovani donne affinché conoscano le opportunità presenti nel campo della cybersecurity.

    E’stata insignita delle seguenti onorificenze: Diploma di Onorificenza O.M.R.I. di “Commendatore”; Diploma di Onorificenza O.M.R.I.  di “Ufficiale”; Diploma di Onorificenza O.M.R.I. di “Cavaliere”.

    Rita Forsi
  • Laura Carpini

    La Min. Plen. Laura Carpini è Capo dell’Unità per le politiche e la sicurezza dello spazio cibernetico della Direzione Affari Politici del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale dal luglio 2019.

    Nata e cresciuta a Firenze, dopo essersi laureata in Scienze Politiche alla Facoltà di Scienze Politiche Cesare Alfieri dell’Università di Firenze, è stata responsabile dell’organizzazione del Festival del Cinema Francese di Firenze “France Cinema” per due edizioni, nel 1992 e 1993.

    Entrata in carriera diplomatica nel 1994, dopo un periodo di lavoro presso la Farnesina alla Direzione Generale degli Affari Politici svolge il suo primo incarico all’estero come Vice Console e poi Console Aggiunto a New York dal 1998 fino al 2002. A Cuba come Vice Capo Missione fino al 2006, è poi tornata in Italia, a Roma, per occuparsi di Diritti Umani fino al 2010, portando al successo, nel 2007, la prima risoluzione sulla moratoria delle esecuzioni all’Assemblea Generale dell’ONU. Gli ultimi incarichi li ha svolti in India, in qualità di Primo Consigliere, Capo della Sezione Politica e Consolare a New Delhi, in Ghana e Togo come Ambasciatrice fino all’estate 2016 e a Firenze come Consigliera Diplomatica del Sindaco Dario Nardella dal 2017 all’estate del 2019.

    Convinta assertrice dell’uguaglianza di genere, è stata Presidente dell’Associazione DID (Donne Italiane Diplomatiche e Dirigenti) fino al gennaio 2021.

    La Min. Carpini scrive e parla correntemente inglese, francese e spagnolo, conosce il tedesco ed ha delle basiche nozioni di portoghese. E’ stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere Ufficiale nell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Dal febbraio 2017 è membro del Comitato di Indirizzo “Relazioni Internazionali” dell’Università per Stranieri di Perugia.

    Laura Carpini
  • Nunzia Ciardi

    Nunzia Ciardi, laureata in Giurisprudenza, Dirigente Superiore della Polizia di Stato, è il Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, che espleta e coordina a livello nazionale l’attività di contrasto al cyberterrorismo, al financial cybercrime, alla pedopornografia on-line, alla tutela delle infrastrutture critiche informatiche nazionali, all’hacking e ai crimini informatici in generale.

    È il rappresentante nazionale per l’Italia in diverse organizzazioni e riunioni internazionali sulla criminalità informatica, nonché membro del Consiglio del “Women4Cyber”.

    In ambito nazionale, è componente di numerosi organismi con particolare riferimento agli aspetti della sicurezza cibernetica, tra i quali il Nucleo Sicurezza Cibernetica ed al Tavolo Tecnico Cyber e membro di autorevoli Comitati Scientifici.

    Svolge attività di docenza presso diverse scuole di Polizia, presso la scuola Ufficiali dei Carabinieri, presso il Centro Alti Studi per la Difesa, nonché presso diverse università ed enti, sulle principali attività di competenza della Specialità.

    È autrice di libri e pubblicazioni in materia di cybercrime.

    Nunzia Ciardi
  • Luigi Rebuffi

    Luigi Rebuffi è il Segretario Generale e fondatore di ECSO (European Cyber ​​Security Organisation) nonché fondatore e Segretario Generale della Fondazione Women4Cyber.

    Laureato in Ingegneria Nucleare al Politecnico di Milano, ha inizialmente lavorato in Germania sui sistemi a microonde ad alta potenza per il reattore a fusione termonucleare ITER. Successivamente passato alla società Thales, ha assunto crescenti responsabilità sulla Ricerca & Sviluppo europea in diversi settori: telecom, industriale, medico, scientifico, diventando nel 2003 Direttore per gli Affari Europei. Ha creato EOS (Organizzazione Europea per la Sicurezza) nel 2007 ed è stato per 10 anni il suo CEO.

    Dal 2012 al 2016 è stato consigliere della Commissione Europea per il Programma di Ricerca sulla Sicurezza dell’UE e Presidente del Comitato Direttivo dell’ANR francese per la ricerca sulla sicurezza. Nel 2016 ha fondato ECSO e ha firmato con la Commissione Europea il PPP sulla cybersecurity.

    Nel 2019 ha creato Women4Cyber ​​per promuovere la partecipazione delle donne alla sicurezza informatica. Nel 2020 è stato nominato nella lista degli “IFSEC Global Influencers in security – Executives”.

    Luigi Rebuffi